sabato 10 giugno 2017

KING ARTHUR VS. X-MEN APOCALISSE ... COME REAL MADRID JUVE

X - MEN

A me fanno tenerezza 'sti X-Men. Lo ammetto. 
E l'unica autentica perla Marvel, quel fenomeno politically incorrect di Deapool... ha finito per rendere ancor più inutile tutti quegli altri personaggini...
In questo ultimo episodio (Apocalypse.. e speriamo che sia l'ultimo) a dir la verità si tenta qualche salto temporale, vaghe introspezioni psicologiche, si salta di palo in frasca tentando di ravvivare la noia che assale, e si attinge a magheggi visivi per estorcere attenzione, in questo Singer è forse l'unico che riesce nell'intento in qualche scena di autentico spettacolo, specie quando coinvolge Quicksilver - credo in due sole apparizioni spalmate su tutta la serie -.

"Ma un film tutto per me?! Uffi.."
C'è una terrificante tendenza, da parte della Marvel, a incaponirsi su plot e canovacci triti e stantii, repliche delle repliche, effetti speciali duplicati col copia e incolla, marionette variopinte dal carattere zero virgola, dall'autonomia di pensiero assimilabile a quella di un sorcetto da laboratorio (e non so chi offendo di più..), Come accennavo in apertura, quando trovi eccezioni mirabolanti come Deadpool, stenti a credere che sia farina sortita dal medesimo sacco.. hai l'impressione che il cosiddetto “collaudato”, che ormai fa centro in una nicchia di aficionados disposti a tutto, possa comunque recare fieno in cascina per infiniti altri sequel affidando la regia anche ad un pupazzetto meccanico che replichi battute (?!) e situazioni.

Io voglio Quicksilver (e Deadpool 2 ovviamente).



KING ARTHUR

Guy Ritchie trasporta la tecnologia ed il suo marchio di fabbrica Sherlockholmesiano, all'epoca mitologica dei maghi e delle spade nella roccia.
Ed a mio avviso l'operazione funziona: ralenty a pioggia, dietrofront veloci, montaggi frenetici, slow motion, dialoghi al limite del surreale, ed elemento fondamentale: la colonna sonora da dieci e lode, anche perché contrasta un film - teoricamente arredabile a musiche d'epoca - con ritmi forsennati che pescano dal rock alla house, esaltandone scene e spettacolarità.. arma in più per questa già egregia pellicola, ed effetti più che speciali di un repertorio ormai testato a garantire freschezza ed innovazione.. e per quanto hollywoodiano e caciaroso, sarebbe impietoso il confronto, ad esempio, con le ultime baracconate Marvel tra X-Men,  Avengers e compagnia bella..

"Altro che Iron Man.. io si che ho capito tutto..." 
In King Arthur, per quanto si possa storcere bocca, naso e quant'altro (a mia moglie è andato giù a fatica...), c'è superstoria, dramma, magia, rivalsa, vendetta, addirittura poesia, anche se in versione 2, ma pure 3.0.

Un  nuovissimo modo di concepire standard ammuffiti, il tutto condito con la mano - quella magica davvero - di Ritchie e la sua innata capacità di stupire e magnetizzarti allo schermo molto meglio di un Magneto qualsiasi...

Veniamo catapultati in un mondo vorticoso dove l'idea magica e posata dei precedenti Re Artù viene smolecolata a favore di un antieroe, gaglioffo e sornione, che smonta il mito e lo ridigitalizza in variante ultra leggendaria.
La Storia Reale (si fa per dire) ci interessa fino ad un certo punto, la cappottiamo e rivoltiamo “magicamente” come un calzino, al servizio della decostruzione e del ribaltamento dei ruoli.
Jude Law segue il Maestro.. mentre il mio Robert Downey jr. continua a incartarsi come un infiacchito Iron Man... chi avrà fatto la scelta migliore? Non credo ci sia neanche da chiederselo.. ;)

p.s. Penso anche ad un Ritchie regista di Quicksilver.. 
un connubio davvero da mal di testa.. ;)

25 commenti:

  1. Franco, è spazzatura che non meriterebbe commento, ma è giusto che tu lo ne parli in modo chiaro, anche per illuminare i cultori di queste idiozie incredibili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. King Arthur vale tutto il biglietto..😀

      Elimina
  2. Sono film da maschi! Per vedere Charlie Hunnam però potrei accompagnarti... ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ti facevo più una da Bradley Cooper. ..😂

      Elimina
    2. ...ti facevo più una da Bradley Cooper. ..😂

      Elimina
  3. la saga degli X Men non mi ha mai deluso, chiunque siano i protagonisti della vicenda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei uno dei fan che si bevono tutto ormai...come quelli di Guerre stellari..😂😂

      Elimina
    2. Sei uno dei fan che si bevono tutto ormai...come quelli di Guerre stellari..😂😂

      Elimina
  4. Non sono fan, ma se dovessi scegliere, guarderei King Arthur :D

    RispondiElimina
  5. Non ho visto Arthur e come sai ho visto X-men Apocalisse, ma sinceramente l'ennesima trasposizione del classico Re Artù, nonostante il mediocre Singer, proprio tanto allettante non mi è ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È Ritchie il regista di Arthur...e ti assicuro che darebbe una svegliata pure agli Xmen..

      Elimina
  6. Dalle mie parti potrebbero perdere entrambi.
    Gli X-Men comunque per il momento li passo (nonostante Jennifer Lawrence) e mi butterò solo su King Arthur, che quindi dovrebbe andare a vincere a tavolino (ma non è detto). :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che a tavolino, a tavola. Rotonda. 😂

      Elimina
    2. Più che a tavolino, a tavola. Rotonda. 😂

      Elimina
  7. Amo gli X Men! Divertimento puro 😀😀 l'ultimo nin mi è piaciuto ma mi ci sono divertita. Non è che le cose devono essere tutte grandiose o opere d'arte. King Arthur è da vedere, grazie

    RispondiElimina
  8. ho visto tutta la saga degli X men anche perché erano tra i miei fumetti preferiti da ragazzo. hai ragione a lungo andare non sanno trovare storie nuove e si ripetono in modo stantio. Non ho visto l'altro film quindi mi astengo da ogni giudizio

    RispondiElimina
  9. Personalmente non mi son filato di pezza nessuno dei due. Ero incuriosito un pochino da King Arthur, e ne sto leggendo recensioni positive per cui potrei dargli una opportunità in questa pecunia cinematografica!

    RispondiElimina
  10. L'unico film, a mio parere molto bello, su re Arthur e Ginevra con Sean Connery e Audry Hepburn. (Era bello lui e bellissima lei, comunque tutti i films su gli eroi della Tavola Rotonda mi sono piaciuti....) Non parlavi dell'ultimo film della serie Exalibur? Ho cannato? Mi raccomando Franco con le espressioni che ne ho già ricevute tante in questi gg. che metà bastano.....Bacio? Bacio.
    In auge attualmente per i miei nipoti maschi la saga dei Pirati dei Caraibi.....Libri, films e cos'altro c'è?.

    RispondiElimina
  11. Ho visto Apocalisse al cinema, quando uscì. Mi era piaciuto molto, tanto che poi l'ho rivisto anche tempo dopo.
    King Arthur non sono andata. Mio fratello e il mio compagno dicono gli sia piaciuto parecchio.

    RispondiElimina
  12. Franco, sono arrivata, poi ritornata e l'ho fatto anche adesso.
    Ho letto e riletto i commenti, ma io sono decisamente fuori posto. non riesco a pensare a nulla né di stupido, né di intelligente, da scrivere. Non ho mai letto, fantasy, non ho mai visto "fantascienza", ricordo nel 2002 Star Track, andata a vederlo pensando di far piacere al mio giovane socio, e lui lo aveva consigliato (eravamo a Siena) convinto che io seguivo tutto e che ero avanti in tutto. Questo colossal americano, pompato da pubblicità, io dico ingannevole, non ha avuto il piacere di avere i miei occhi fino alla fine. Credi sia una grossa carenza essere ferma a Verne, Kipling, Salgari, e mai un fumetto? Ho provato con Topolino, ma nessun coinvolgimento o interesse figurarsi tutte le saghe mangia soldi.
    Mi mancano molti gradi al gusto di oggi.
    Un sorriso

    RispondiElimina
  13. io sono una figlia della Marvel, innamorata follemente dei super eroi e del loro mondo
    ammetto che questo ultimo prodotto sugli Xman, non ha lo stesso vanesio e svagato impatto dei primi, ma vederlo non è stato per niente noioso...

    RispondiElimina

Sottolineature